La direzione artistica della rassegna Sospiro a Teatro 2017, a cura di Lorenzo Garozzo, in collaborazione con Flavio Bissolati, propone per il secondo anno un cartellone di qualità, aperto allo sguardo di un pubblico vario, con spettacoli di valore nazionale, che hanno girato l'Italia tra festival e stagioni. Spettacoli apprezzati per la loro profondità, per la capacità  di fondere comicità  e poesia, per l'abilità di creare una relazione col pubblico e che, anche per questo, sono stati insigniti di alcuni tra i più prestigiosi riconoscimenti nazionali.

 Si inizia domenica 1 ottobre, ore 17, con Lourdes, dall'omonimo romanzo di Rosa Matteucci, lo spettacolo dà vita a un carnevale di personaggi, ciascuno con le proprie aspettative e speranze, tutti in viaggio verso Lourdes, tutti in attesa di un miracolo. Un mistero buffo contemporaneo, connotato in senso grottesco che apre a una spettacolarizzazione sia popolare che virtuosa. Adattamento e regia Luca Ricci, sul palco Andrea Cosentino, vincitore ex aequo della IV edizione dei Teatri del Sacro. Dopo lo spettacolo, aperitivo offerto dal teatro.

 

Sabato 7 ottobre, ore 21 è si prosegue con Caino Royale, spettacolo con Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin, regia Rita Pelusio. Quella di Caino e Abele è una storia che conosciamo, ma cosa succederebbe se i due archetipi della storia dell’umanità fossero posseduti dalla forza sovversiva di due clown? Chi saremmo oggi se Caino non avesse ucciso Abele? In una girandola di personaggi e situazioni surreali, i due si interrogano se sia possibile cambiare le sorti della loro storia e forse della storia intera. Anche questo spettacolo vincitore ex aequo della IV edizione dei Teatri del Sacro.
 

 


Sabato 14 ottobre, alle 21, è il turno di Buonasera, di e con Michele Beltrami, uno spettacolo comico pieno di giochi di parole e non-sense; un elogio dell’acrostico, un’investigazione del significato profondo che ogni parola porta con sé. Premio Godot 2011 per performance teatrale ispirata al Teatro dell’Assurdo, Miglior spettacolo e miglior attore Rota in festival 2011 (Salerno). 


E ancora, Sabato 21 ottobre alle ore 21, il pubblico assisterà a Suzanne, vincitore ex aequo Borsa Teatrale Anna Pancirolli 2016, regia di Cesar Brie, drammaturgia di Lorenzo Garozzo in collaborazione con Tamara Balducci e Linda Gennari che, con Giacomo Ferraù, sono anche interpreti. Liberamente tratto da La Garςonne et l'assassin di Virgili e Voldman, Suzanne tratta un fatto realmente accaduto nella Francia del primo ventennio del XX secolo. Paul e Louise, novelli sposi, vengono separati dal primo conflitto mondiale. Quando Paul decide di disertare, Louise lo nasconde, ma per lui inizia una lunghissima clausura. Una sera, per uscire senza essere riconosciuto, quindi arrestato e giustiziato, indossa abiti femminili. Il travestimento, da semplice escamotage, si rivela l'inizio di una nuova vita. 


L’ultimo appuntamento è per domenica 29 ottobre, ore 17, con Cyrano dans la lune, una storia dai risvolti comici e poetici. Una storia che ha l’urgenza di essere raccontata, ancora oggi, perché Cyrano è uno spadaccino con il naso di un clown e l’animo di un poeta. Un cavaliere coraggioso che arde per amore e soffre per l’invadente naso. Perché aldilà del personaggio, c’è un uomo che è pronto per il suo ultimo viaggio. Verso la Luna. In scena Daniele Villari e Max De Luca, che firma la regia. 

 


I posti sono numerati, è perciò obbligatoria la prenotazione telefonando ai numeri: 0372/621245 - 339/7170188, oppure scrivendo una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. L’ingresso è di 7,50 euro.